Sussurri dalla Grande Madre

Oggi pessaggiavo nel bosco, godendo del suo silenzio e della sua bellezza, le foglie scure per terra pronte a diventare fertile nutrimento per il terreno, i rami spezzati dall’abbondante neve ormai sciolta, qualche coraggiosa nuova foglia che spunta tra i rami muschiosi, in lontananza chiacchiere tra cornacchie e il cielo grigio che osserva… ero attraversata da una sensazione che definirei strana, si, mi sentivo strana, qualche pensiero, qualche preoccupazione, un po di senso di vuoto, stanchezza, un vago e sordo dolore. Tutt’a un tratto, in un istante, qualcuno cominciò a parlare, dentro di me, dentro la testa, dentro al cuore, in ogni mia cellula, la Grande Madre si è espressa con una forza disarmante:

“lascia andare figlia mia, non crucciarti se ti senti strana, stanca, spossata, lascia andare, lascia tutto qui, scrollati, senza pensarci, non aggrapparti a ciò che provi, non identificarti. Si, sei anche ciò che provi, ma certamente non solo questo, e lo sai, puoi abbassare la guardia, puoi arrenderti alla bellezza che sei, non averne paura, mostrati, non nasconderti sotto pesanti coperte di vittimismo e pigrizia. Attraversa il dolore, attraversa la stanchezza, non rimanere agganciata, non lasciare parti della tua anima intrappolate, non rinunciare alla tua completezza, sii integra, abbi coraggio. Qui sei a casa, nutrimento, radici, capanne di foglie, sentieri acquitrinosi, aria fredda che ti sferza il viso. La senti la vita? la senti come trae forza dall’apparente morte invernale? senti come le difficoltà, i traumi, le sfide sono opportunità di impoderamento? Impara dal coraggioso seme, dalla fragile piantina, dalla forte radice, dal robusto tronco, dai flessibili rami, dalle foglie piene di sole, dai profumati fiori, dai dolci frutti. Porta nel tuo cuore questo messaggio, vivilo, sentilo profondamente, donalo, spandilo, coraggiosamente brilla.”

E cosa aggiungere se non un infinito e profondo grazie a tutte le forza che ci accompagnano ogni attimo della vita, grazie per ogni sussurro, per ogni soffio di vento, per ogni sfrigolio, per ogni insegnamento che si cela in tutto ciò che esiste.

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...